Tutti gli articoli di artiglieriadm

Riunione Regionale Veneto A.N.Art.I


Sabato 27 novembre, presso il Centro Anziani di S. Stino di Livenza si è tenuta la riunione dei presidenti provinciali del Veneto. Sono stati esposti gli argomenti trattati nel recente Consiglio Nazionale, il Nazionale nel centenario di fondazione dell’A.N.Art.I. che si svolgerà a Torino nel 2023, la proposta di un Campus scuola Interarma ed altro. Tra gli argomenti che interessano la nostra regione le elezioni del Delegato Regionale per il triennio 2022-2024. Alla  riunione  erano  presenti  i  rappresentanti di  tutte le  provincie  del Veneto.

4 Novembre 2021 Festa delle Forze Armate Italiane

Le cerimonie sono iniziate con l’Alzabandiera in piazza dei Martiri poi nuovamente l’Alzabandiera alla Stele Commemorativa dei Caduti in Guerra e deposizione di una corona. Successivamente deposizione di due corone ai monumenti degli Alpini sull’omonimo ponte .Di poi cerimonia militare nella caserma “Salsa-D’Angelo” sede del 7° Reggimento Alpini con una compagnia di formazione multiarma a rendere gli Onori Militari. Nei discorsi di rito è stata ricordata la ricorrenza del centenario della translazione e della tumulazione nell’Altare della Patria del Milite Ignoto, cui è stata concessa la cittadinanza onoraria del Comune di Belluno. Numerose le associazioni Combattentistiche e d’Arma presenti compresa una nostra rappresentanza.

Cerimonia città di Belluno 1° e 2 novembre 2021

Lunedì 1° novembre 103° anniversario della Liberazione della Città. Corteo per le vie del centro storico con Autorità e banda cittadina, alzabandiera e onore ai Caduti alla Stele commemorativa dei Caduti in viale Fantuzzi. Martedì 2 novembre Commemorazione dei Caduti Militari. Posa di una corona alla Stele commemorativa dei Caduti per servizio in piazzale Cesare Battisti. Successivamente al cimitero urbano S. Messa in suffragio dei Caduti Militari, posa delle corone al monumento dei Caduti Italiani e al monumento dei Caduti Austriaci e posa di un mazzo di fiori al cippo che ricorda gli Esuli Istriani e Dalmati. La nostra Associazione era presente con una rappresentanza della Sezione provinciale di Belluno con il Labaro.

CERIMONIA AL SACRARIO MILITARE PIAN DI SALESEI

Oggi, 31 ottobre 2021, in una bellissima giornata autunnale, si è svolta una cerimonia in memoria di tutti i caduti della Grande Guerra organizzata dal comune di Pieve di Livinallongo e dal locale gruppo Alpini. Molte le associazioni ed i Labari/ Gagliardetti presenti, provenienti anche da fuori provincia. Per la nostra associazione ha partecipato una rappresentanza della Sezione provinciale di Belluno con il Labaro. Dopo la resa degli Onori ai Caduti ed i discorsi delle Autorità è seguita la Santa Messa celebrata dal Cappellano Militare don Lorenzo Cottali. In questo Sacrario sono custoditi 700 caduti noti, tra i quali alcuni austroungarici e 4700 non identificati. Nella sua omelia il celebrante ha anche voluto ricordare, nel centenario della ricorrenza, la scelta, il trasferimento e la tumulazione del Milite Ignoto da Aquileia all’Altare della Patria a Roma.

Riunione Consigli direttivi delle Sezioni A.N.Art.I. della provincia di Belluno.

.

Dopo circa 2 anni finalmente ci siamo ritrovati, naturalmente rispettando tutte le misure di sicurezza previste per il COVID-19, presso il ristorante Canton in località Niccia sulla strada per S. Antonio di Tortal) a Trichiana ospiti della locale sezione Artiglieri. Si è discusso dei seguenti Argomenti: Tesseramenti 2022; Centenario della collocazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria; Celebrazioni organizzate dalla nostra Associazione a Portogruaro come anticipato nella rivista L’ARTIGLIERE Nr. 4 a pag.4.; Celebrazioni per la prossima ricorrenza di Santa Barbra. Rinnovo consigli direttivi sezioni Feltre, Ponte nelle Alpi, Belluno; Rinnovo abbonamento al sito internet; Contributo per spese provinciali; Varie ed eventuali. Al termine della riunione la sezione di Trichiana ha offerto ai presenti un copioso spuntino accompagnato da un ottimo vino rosso.

Gita sociale sez. Trichiana

Quasi una cinquantina i partecipanti, sabato 23 ottobre, alla gita sociale annuale, che aveva come prima meta la cittadina di Caorle, un luogo ben conosciuto e frequentato in passato, che qualcuno però aveva “dimenticato” da vari anni. E’ stato alquanto interessante ripercorrere  le stradine accanto ai porto, le viuzze del centro storico e il lungomare che, quella mattina, sembravano più luminosi e pieni di colore, anche perchè non erano tanto frequentati e si potevano godere in tranquillità e pace. Trasferimento quindi a Cortellazzo, dove abbiamo consumato un ricco e gustoso pranzo a base di pesce presso il Ristorante “La Trattoria”, un luogo nuovo per noi ma che ci ha dato belle soddisfazioni “gustose” per l’ottima qualità del pesce offertoci.

Cerimonia Ponte nelle Alpi

Oggi 3 ottobre, presso la piazzetta antistante la chiesetta di Santa Caterina a Ponte nelle Alpi, si è svolta una sobria cerimonia denominata “Una rosa per Norma Cossetto” per onorare la memoria della giovane istriana sequestrata, seviziata e gettata in una foiba dai partigiani titini nel 1943.
L’8 febbraio 2005 l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi conferì alla giovane studentessa italiana d’Istria la medaglia d’oro al valor civile.
Alla cerimonia era presente anche il Senatore Luca De Carlo e le rappresentanze d Associazioni D’Arma compresa l’Associazione Ariglieri con le sezioni di Belluno e di Ponte nelle Alpi.
Dopo i discorsi di rito sono state deposte alcune rose rosse ai piedi del monumento ai caduti.


BELLUNO Presentazione del libro “Il Treno dell’Ignoto” 15/09/2021

Il consigliere della Federazione provinciale An.Art.I. di Belluno Dino Bridda ha presentato il libro “Il Treno dell’Ignoto” di Paola Zambelli, tratto dall’opera con la quale la stessa autrice ha vinto la XIV edizione del Premio di Letteratura per Ragazzi “Giovanna Righini Ricci” del Comune di Conselice (RA). La presentazione si è svolta nella sala riunioni della Sezione A.N.A. di Belluno presente anche il presidente provinciale degli Artiglieri 1° capitano Costante Fontana.
Questo libro arriva puntuale in libreria in occasione delle celebrazioni per il centenario degli eventi che attraversarono l’Italia nel 1921 e culminati con l’inumazione delle spoglie di un caduto della Grande Guerra nel Museo del Vittoriano (Altare della Patria”) a Roma. Centenario che vede la sua solenne celebrazione conclusiva con le cerimonie del 4 novembre quando tutto il Paese ricorda la festa delle Forze Armate e dell’Unità nazionale. A quella data si spera che le Amministrazioni comunali italiane abbiano tutte deliberato la concessione della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto come opportunamente sollecitato, fra gli altri, anche dall’Unione nazionale dei Comuni Italiani.
Come ricorda l’autrice “Il Treno dell’Ignoto” è un romanzo a più voci che spaziano tra il presente e il passato. Il filo conduttore è quello della memoria e della necessità di ricordare e di non dimenticare ciò che è avvenuto nel passato e che contraddistingue tutti noi figli di una storia comune.
Qui la memoria è fedele ai fatti che l’autrice ha fatto emergere dai documenti dell’epoca e costituisce la cornice di un quadro dentro il quale si snodano undici racconti, ciascuno riferito ad un campo di battaglia e ad un milite caduto, ovvero a quel contesto storico nel quale fu scelto colui che sarebbe stato per sempre, e per ciascun cittadino italiano, il Milite Ignoto, pur se egli ebbe un nome ed una madre che lo indicò prima del viaggio da Aquileia a Roma attraverso città e regioni d’Italia.