Scoprimento della targa dedicata ai partigiani di Cirvoi 7 maggio 2017

In occasione del 70° anniversario del conferimento della medaglia d’oro alla città di Belluno, l’Unione Montana Bellunese, l’Associazione i Cortivi, la GSR e la Cooperativa di Cirvoi hanno ristrutturato i “Murales” del paese che rappresentaano la storia di Cirvoi nella Resistenza.
Dopo il saluto delle Istituzioni, sono intervenute le varie Associazioni organizzatrici dell’evento.
E’ seguita l’illustrazione del significato dei murales ristrutturati a cura della signora Fulvia Burlon e la spiegazione da parte degli artisti sulla tipologia dell’intervento.
E’ stata di seguito scoperta la targa dedicata ai partigiani di Cirvoi.
Era presente alla cerimonia il Labaro della nostra Associazione.

Giornata del Ricordo dei Caduti e Dispersi in guerra 1° maggio 2017

Oggi 1° maggio si sono commemorati a Belluno i Caduti ed i Dispersi in guerra.
Alle ore 08,30, in Piazzale Marconi è stata deposta una corona in loro ricordo, seguita dall’ orazione ufficiale del Presidente dell’ A.N.P.I
E’ seguita la Santa Messa nella Chiesetta dell’Istituto Sperti in via Feltre.
Di seguito tutti i presenti si sono trasferiti in località “La Rossa” ove è stata celebrata un’altra S.messa a cui è seguita una toccante cerimonia presso la scuola elementare di Fiammoi iniziata con un saluto da parte del Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro.
Sono intervenuti anche degli alunni della classe terza della scuola “I.Nievo” e della classe quinta della scuola primaria di Fiammoi.
Al termine è seguito un sobrio rinfresco.
Per gli artiglieri di Belluno era presente, insieme a tanti altri, il Labaro sezionale scortato da rappresentanti della Sezione Provinciale.

130° Anniversario costituzione 7° Reggimento Alpini

Oggi presso la sede del 7° Reggimento Alpini in Belluno si è commemorato il 130° anniversario dalla costituzione del Reggimento.
Dopo lo schieranento dei reparti è stata deposta una corona al monumento dedicato ai caduti.
Sono seguite due brevi allocuzioni da parte del comandante del Reggimento e del Prefetto di Belluno.
A fine cerimonia è stata inaugurata la Cappella ristrutturata sita nella attigua Caserma D’Angelo.
Tra i molteplici Labari era presente quello della nostra associazione Artiglieri della Sezione di Belluno.

 

25 Aprile 2017 72° anniversario della Liberazione

Oggi 25 aprile 2017 si è commemorato in Belluno, in Piazza Dei Martiri, il 72° anniversario della liberazione.
Alla presenza delle più alte autorità civili e militari della città, dopo l’alza bandiera solennizzata con l’inno di Mameli suonato dalla banda musicale della città di Belluno, tutti i presenti, in corteo si sono trasferiti presso il monumento intitolato ai Martiri della Resistenza sito nel giardino della stessa piazza.
Terminate le rituali allocuzione del Sindaco e del presidente dell’ANCI, la banda musicale cittadina, ha allietato tutti i presenti con alcuni brani musicali.
Terminata l’esibizione, i presenti si sono recati all’ingresso del Parco Bologna lato via Tissi ove è stata scoperta una targa in ricordo dei morti della divisione Acqui
La nostra Sezione di Belluno, in rappresentanza degli Artiglieri di tutta la provincia, ha presenziato la cerimonia con alcuni rappresentanti ed il Labaro dell’Associazione.

 

Festa della Madonna Addolorata 2 Aprile 2017

La festa della Madonna Addolorata si celebra ogni anno nella settimana precedente la “Domenica delle Palme”.
Nel 1716 ebbe inizio a Belluno questa processione chiamata anche della “Madonna dei 7 dolori” e quest’anno festeggia i “primi” trecentouno anni.
La statua della Vergine porta al centro un cuore trafitto da sette spade, forse simboleggianti i maggiori dolori ai quali tutta l’umanità è soggetta.
Da alcuni anni questo rito, che era rimasto solo a carattere religioso, ha riacquistato un carattere laico.
Infatti gli si é affiancata una vera e propria festa, chiamata popolarmente “La sagra dei fisciot”.
I “fisciot” erano dei fischietti di richiamo che erano tra gli articoli più venduti dagli artigiani locali che li fabbricavano a mano in molte fogge.
Gli Artiglieri bellunesied i Vigili del fuoco,come da tradizione, hanno partecipato alla processione portando per le vie cittadine la statua della loro Santa protettrice “Barbara”.
Erano presenti tutte le Sezioni degli Artiglieri delle provincia di Belluno con i loro Labari.

Incontro degli Artiglieri 1° 47 del Gruppo Lanzo.

A 50 anni dal servizio militare di leva gli Artiglieri da montagna del Gruppo Lanzo 1° 47 il 12 marzo 2017 si sono ritrovati per un incontro conviviale a Casalecchio di Reno vicino a Bologna, ospiti del locale Gruppo Alpini.
Ad accogliere la cinquantina di bellunesi il capogruppo ANA locale, il sindaco di Casalecchio ed altre autorità, e sopratutto i montagnini emiliani che hanno rievocato con nostalgia la naia nella caserma D’Angelo a Belluno negli anni 1967-68.
L’organizzazione di questo evento che si ripete da molti anni è dell’artigliere Renzo Troian nostro associato Tra i partecipanti il presidente provinciale A.N.Art.I Costante Fontana ed altri artiglieri iscritti alle sezioni della nostra provincia.

 

12 marzo 2017 Commemorazione partigiani impiccati al “Bosco delle Castagne!

Il 10 marzo 1945, dieci partigiani furono impiccati al Bosco delle Castagne: Mario Pasi “Montagna”, Giuseppe Santomaso “Franco”, Francesco Bortot “Carnera”, Marcello Boni “Nino”, Pietro Speranza “Portos”, Giuseppe Como “Penna”, Ruggero Fiabane “Rampa”, Giovanni Cibien “Mino”, Giovanni Candeago “Fiore” e Ioseph, un soldato francese.
In memoria di quei fatti, oggi 12 marzo, si è svolta l’annuale cerimonia commemorativa presso la stele al Bosco delle Castagne che ricorda il tragico evento.
Dopo l’alza Bandiera è stata celebrata una S. Messa in suffragio dei caduti di tutte le guerre cui ha fatto seguito l’orazione ufficiale.
Una rappresentanza della nostra Associazione ha partecipato alla cerimonia con il Labaro sezionale Provinciale.

Assemblea annuale Sezione Alpini Belluno 5/3/2017

Oggi 5 marzo 2017, dopo la celebrazione della S.Messa nella parrocchia di S.Stefano, si è svolta nel teatro sito nella struttura “GiovanniXXIII°” l’assemblea annuale della Sezione Alpini di Belluno.
E’ seguita la sfilata dei presenti verso la stele in Viale Fantuzzi ove sono stati resi gli onori ai caduti.
Alle ore 13 la giornata si è chiusa convivialmente presso il ristorante “La Cascina”.
Gli Artiglieri di Belluno e di Trichiana hanno partecipato all’assemblea con i labari sezionali.

 

Giorno del ricordo 10/02/2017

cartina

Con la Legge 30 marzo 2004 n. 92, “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale Giorno del Ricordo al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.
La data del 10 febbraio è stata scelta per ricordare il giorno in cui a Parigi, nel 1947, venne firmato il Trattato di pace in conseguenza del quale venne sancita la cessione di buona parte della Venezia Giulia alla Jugoslavia di Tito e l’abbandono di numerose città della sponda orientale dell’Adriatico dove l’elemento italiano era percentualmente maggioritario.
La situazione geopolitica attuale dell’ lstria, di Fiume e della Dalmazia deriva dalla dissoluzione della Jugoslavia, avvenuta gradualmente a partire dal 1991, con la conseguente nascita delle nuove Repubbliche di Slovenia e di Croazia. Slovenia e Croazia si dichiararono Stati sovrani ed indipendenti il 26 giugno 1991, ma ottennero il riconoscimento della comunità internazionale solo l’anno successivo.                                        L’Italia riconobbe ufficialmente le due nuove Repubbliche il 15 gennaio 1992. La maggior parte dei territorì ex italiani dell’ lstria, di Fiume e della Dalmazia appartiene oggi alla Croazia, mentre solo una piccola parte dell’ lstria settentrionale è sotto la sovranità slovena. La nascita dei due nuovi Paesi ha perciò portato alla creazione di un nuovo confine in Istria, dividendo in due distinti tronconi un territorio che ha avuto per secoli una storia comune.
Erano presenti alla cerimonia, il sindaco di Belluno Jacopo Massaro, il Prefetto di Belluno, il presidente dell’ associazione Giovanni Ghiglianovic  e Sua Eccellenza l’ ex Vescovo di Belluno – Feltre.
Molti i labari presenti tra cui quello della Sezione degli Artiglieri di Belluno.