25 aprile 2018 73° Anniversario della Liberazione

Oggi 25 aprile 2018 si è commemorato in Belluno, in Piazza Dei Martiri, il 73° anniversario della liberazione.
Alla presenza delle più alte autorità civili e militari della città, dopo l’alza bandiera solennizzata con l’inno di Mameli suonato dalla banda musicale della città di Belluno, tutti i presenti, in corteo si sono trasferiti presso il monumento intitolato ai Martiri della Resistenza sito nel giardino della stessa piazza.
Terminate le rituali allocuzione del Sindaco e di altri rappresentanti delle Istituzioni, la banda musicale cittadina, ha allietato tutti i presenti con alcuni brani musicali.
La nostra Sezione di Belluno, in rappresentanza degli Artiglieri di tutta la provincia, ha presenziato la cerimonia con alcuni rappresentanti ed il Labaro dell’Associazione.

 

Precetto pasquale Forze Armate e dell’Ordine 20/03/1018

Oggi, come ogni anno, c’è stato nella Cattedrale di Belluno, l’incontro dei militari delle Forze Armate e di tutte le Forze dell’Ordine, con il Vescovo di Belluno,  per celebrare il “Precetto Pasquale”.
Erano presenti i Comandanti di tutte le Unità rappresentate alla cerimonia, il Prefetto, un rappresentante del Sindaco di Belluno ed altre autorità civili e militari.
La nostra Associazione, insieme a tante altre, era presente con il Labaro Provinciale 

 

Festa della Madonna Addolorata 18 marzo 2018

La festa della Madonna Addolorata si celebra ogni anno nella settimana precedente la “Domenica delle Palme”.
Nel 1716 ebbe inizio a Belluno questa processione chiamata anche della “Madonna dei 7 dolori” e quest’anno festeggia i “primi” trecentouno anni.
La statua della Vergine porta al centro un cuore trafitto da sette spade, forse simboleggianti i maggiori dolori ai quali tutta l’umanità è soggetta.
Da alcuni anni questo rito, che era rimasto solo a carattere religioso, ha riacquistato un carattere laico.
Infatti gli si é affiancata una vera e propria festa, chiamata popolarmente “La sagra dei fisciot”.
I “fisciot” erano dei fischietti di richiamo che erano tra gli articoli più venduti dagli artigiani locali che li fabbricavano a mano in molte fogge.
Gli Artiglieri bellunesied i Vigili del fuoco,come da tradizione, hanno partecipato alla processione portando per le vie cittadine la statua della loro Santa protettrice “Barbara”.
Erano presenti tutte le Sezioni degli Artiglieri delle provincia di Belluno con i loro Labari.

Commemorazione 17/3/1945 – 2018

Oggi si è svolta la cerimonia presso il Monumento “alla Resistenza” di Piazza dei Martiri per ricordare i 4 partigiani impiccati il 17 marzo 1945: Salvatore Cacciatore “Ciro”, Giuseppe De Zordo, Valentino Andreani, Giovanni Piazza.
Dopo il saluto del Sindaco Jacopo Massaro è intervenuto uno studente della Consulta provinciale Studentesca.
L’orazione ufficiale è stata tenuta dal Sindaco di Caltanisetta Giovanni Ruvolo, che ha ricordato la figura del proprio concittadino Salvatore Cacciatore nato ad Aragona il 23 marzo 1920 e morto tragicamente in quella piazza.
A tale riguardo ha citato il volume del professor Enzo Barnabò “il Partigiano di piazza dei Martiri”.
Alla celebrazione hanno partecipato le autorità locali e le rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma con i Labari, tra le quali la nostra Associazione.

Commemorazione Bosco delle Castagne 11/3/2018

Per ricordare l’eccidio al bosco delle castagne del 10 marzo 1945, dove furono impiccati 10 partigiani, sotto a quegli scheletrici castagni oggi si è svolta l’annuale cerimonia di ricordo.
Sono stati ricordati: Mario Parisi “Montagna”, Giuseppe Santomaso “Franco”, Francesco Bortot “Carnera”, Marcello Boni “Nino”, Pietro Speranza “Portos”, Giuseppe Como “Penna”, Ruggero Fiabane “Rampa”, Giovanni Cibien “Mino”, Giovanni Candeago “Fiore”, Ioseph soldato francese.
La cerimonia è iniziata con l’Alzabandiera e la deposizione di una corona con la resa degli Onori da parte di un picchetto armato del 7° Rgt. Alpini ed il saluto del Sindaco di Belluno Jacopo Massaro.
Il discordo commemorativo è stato tenuto da Livia Molducci Presidente del Consiglio Comunale di Ravenna che ha ricordato la figura del concittadino Mario Parisi uno dei dieci giustiziati.
I canti sono stati curati dagli alunni del 3° Istituto comprensivo.
A causa della pioggia la S.Messa è stata sostituita da una breve funzione religiosa.
Alla cerimonia erano presenti le Autorità cittadine e le Associazione Combattentistiche e d’Arma ,tra le quali una nostra rappresentanza con il Labaro della Sezione Provinciale.

Riunione consigli direttivi provincia di Belluno 7 marzo 2018

Verbale di riunione dei Consigli Direttivi delle Sezioni A.N.ART.I. della Provincia di BL

 

Oggi 7 marzo 2018, alle ore 15,00, presso la taverna del socio Deon a Sedico, si sono riuniti n. 11 Consiglieri dei Direttivi delle Sezioni Artiglieri di Belluno, Ponte nelle Alpi e Trichiana. Pre- siede la riunione il Presidente Provinciale Costante Fontana, verbalizza il Segretario Mario Cesca.
In apertura Fontana ringrazia il Consigliere Deon per la gentile ospitalità.

1) Lettura verbale della riunione precedente: viene letto dal Segretario il verbale della riunione effettuata presso la Sede degli Alpini di Trichiana a Nate il 28 ottobre 2017 che viene appro- vato all’unanimità

2) Tesseramenti ed abbonamenti al giornale: sono in atto le operazioni di completamento del Tesseramento 2018, che vede presenti, a detta dei Presidenti, alcune minime flessioni
3) Calendario attività 2018:
– Cerimonia al Bosco delle castagne: si effettuerà domenica 11 marzo al mattino con raccomandazione di presenziare
– Cerimonia in Piazza dei Martiri: si svolgerà sabato 17 marzo con le medesime modalità annuali
– Festa Madonna Addolorata: si svolgerà domenica 18 marzo con ritrovo nella chiesa di S. Stefano verso le ore 15,45, breve funzione e quindi processione con le statue dell’Addolorata e di S. Barba- ra, quest’ultima portata da Vigili del Fuoco e Artiglieri (si raccomanda di inviare da ogni Sezione qualche Artigliere “in forza”). Alla fine seguirà il consueto rinfresco
– Cerimonia al Col Visentin: si effettuerà domenica 3 giugno con le solite modalità, raccomandando anche qui una nutrita presenza
– Raduno Nazionale di Montebelluna: il Presidente legge il programma di massima fatto perveni- re alla Sezione Provinciale. I momenti particolarmente celebrativi saranno quelli di sabato 23 con la cerimonia al Cimitero Austro-Ungarico di Follina in mattinata, con raccomandazione di presenziare soprattutto con i Labari, trattandosi di un momento celebrativo di appendice al Raduno Nazionale. Domenica 24 sarà previsto il ritrovo allo stadio di cittadino, le cerimonie varie successive, la sfilata per alcune vie, lo scioglimento e rientro al pullman per proseguire verso il locale per il pranzo. Per la partecipazione Fontana è del parere di organizzare un pullman a livello delle 3-4 Sezioni, se si raggiungerà il numero minimo di 30-35 persone, e in un secondo tempo trovare e prenotare un Ristorante nella zona tra la città e Valdobbiadene o nei paraggi. Ogni Sezione quindi avvertirà i propri Soci della proposta (Trichiana ha già inviato il proprio Notiziario, Belluno una lettera e lo stesso si chiede per Ponte Dopo la fine di marzo ci comunicheremo il numero delle prenotazioni e si deciderà circa la fattibilità, fissando il pullman e prenotando il locale per pranzare
– Cerimonia sul m. Grappa: è fissata per domenica 12 agosto e si presume che qualcuno certamente sarà presente come in passato
– Celebrazione Madonna del Piave a Caorera: si terrà sempre il giorno 15 agosto e quest’anno sarà dedicata a tutte le Armi che hanno partecipato alla Grande Guerra. Anche qui si raccomanda per quanto possibile una certa presenza
– Pranzo dell’Amicizia: fissato per sabato 25 agosto presso la Sede Ana di Trichiana a Nate, si con- ta sempre su una buona partecipazione a livello locale e di Sezioni contermini di Treviso, Vicenza, ecc.
– gite sociali (eventuali): Trichiana fa presente che trasformerà in gita sociale la partecipazione alla Cerimonia di Cargnacco del 16 settembre, con pranzo di pesce o a Villotta di Chions od a Lignano
– Cerimonia dei Reduci di Russia a Cargnacco: per la partecipazione delle altre Sezioni si sentirà circa l’organizzazione o, in presenza di qualche posto, ci si accoderà al gruppo di Trichiana
– 50° di fondazione della Sezione di Ponte nelle Alpi: è probabile che la stessa, programmata per quest’anno, slitti invece al prossimo per questioni di data precisa della costituzione, per cui ci sarà molto tempo per permettere una bella organizzazione e cerimonia
4) Completamento programma di massima 2018:
– Fontana comunica che, nel frattempo, è pervenuta dall’Istituto del Nastro Azzurro – Federazione di Belluno la segnalazione che vi sarebbe l’intenzione di ripetere un’analoga cerimonia organizzata lo scorso anno a Laste di Rocca Pietore per ricordare un Decorato locale. Tastate varie possibilità, ci si è orientati su Trichiana, sentito il Gruppo Ana e la Sezione Artiglieri locali, considerato che il Comune annovera ben 15 Decorati, Comune compreso. La Presidente Comina, che segnalava però la mancanza di fondi sufficienti per tale cerimonia, è stata tranquillizzata dalla disponibilità organiz- zativa e finanziaria delle due Associazioni, per cui è stata fissata ufficiosamente la data del 23 settembre, riservandosi un incontro più avanti per l’organizzazione dettagliata
– riguardo il periodo per la prossima riunione autunnale dei Direttivi, si concorda di fissarla per sabato 20 ottobre presso la Sede di Ponte n. Alpi
– per le celebrazioni di S. Barbara, restano fissate le date di martedì 4 per quella a carattere provin- ciale, di sabato 8 per Trichiana e pranzo per Belluno, di domenica 9 per Ponte nelle Alpi
5) Varie ed eventuali:
– il Presidente dà lettura di una lettera del Presidente Nazionale il quale, dopo aver accennato allo scioglimento della Federazione di Treviso e alla chiusura della sua sede, constatata l’impossibilità per la Sezione Provinciale di Treviso di assolvere i compiti istituzionali della Federazione e di esser disponibile “ad assolvere solo quelli alla sua portata” , ha designato che la Sezione di Pieve di Soli- go possa temporaneamente assolvere alle funzioni di Sezione Provinciale pro tempore, indicando i provvedimenti da prendere e, a tutte le altre Sezioni, di seguire le direttive di detta Sezione, di atte- nersi alle disposizioni impartite e di collaborare generosamente con la stessa.I presenti non entrano nel merito di tale provvedimento, anche perché si sa che tutto è partito dalla decadenza di Bertola e dalle vicissitudini da ciò scaturite, mai menzionate a livello nazionale
– Fontana ha avuto una comunicazione dal Commissario Regionale Enrico Rubin per conoscere se ci sono consigli, suggerimenti, proposte da portare al prossimo Consiglio Nazionale di Roma. Rispondiamo che non ne presentiamo alcuno
– il Presidente infine legge una comunicazione del Comune di Belluno il quale è intenzionato, per celebrare il Centenario della liberazione della città del prossimo 1° novembre, ad organizzare per quel periodo una specie di “marcia rievocativa” che rifaccia il percorso dei due Reggimenti di Fan- teria che liberarono appunto la città partendo da Revine e passando per Pian delle Femene, Valmo- rel, Ceresera, Castoi, Castion con arrivo in Piazza dei Martiri.I presenti, pur anche appoggiando l’iniziativa e pur prendendo atto che si tratta, come scritto, di una semplice proposta che dovrà esser ampiamente preparata, organizzata e messa a punto, fanno presenti alcuni dubbi, incertezze, incomprensioni quali:
– come mai la lettera sia indirizzata solo alle Associazioni Artiglieri, Bersaglieri, Fanti e Famiglie Caduti e Dispersi in guerra. E Alpini, Genieri, Trasmettitori, Marinai, Partigiani, ecc.?
– non si comprende se la marcia sia aperta a tutti (ci sono tanti Soci di una certa età…), se possano partecipare anche altri soggetti (famiglie, scuole, altre associazioni), se sia organizzata come una lunga marcia “in fila indiana” o per gruppi, staffette, ecc. dato che complessivamente è lunga circa 30 km
– problematiche logistiche: con quali mezzi si andrà a Revine? Con auto proprie? E il loro recupero? In ogni caso molte di queste cose saranno sicuramente risolte con una dettagliata organizzazione, ma dovranno esser tenute in debita considerazione.

La seduta termina alle ore 16,50.

IL SEGRETARIO                                               IL PRESIDENTE
(Mario Cesca)                                              (Costante Fontana)

Assemblea annuale Sezione Alpini Belluno del 4 marzo 2018

Oggi 4 marzo 2018, dopo la celebrazione della S.Messa nella parrocchia di S.Stefano, si è svolta nel teatro sito nella struttura “GiovanniXXIII°” l’assemblea annuale della Sezione Alpini di Belluno.
E’ seguita la sfilata dei presenti verso la stele in Viale Fantuzzi ove sono stati resi gli onori ai caduti.
Alle ore 13 la giornata si è chiusa convivialmente presso il ristorante “La Cascina”.
Gli Artiglieri di Belluno e di Trichiana hanno partecipato all’assemblea con i labari sezionali.